Il progetto Ospitar Cavareno nasce con l’obiettivo di valorizzare il paese nóneso attraverso un circuito che promuove l’ospitalità turistica privata attraverso la riqualificazione delle seconde case e la riattivazione del tessuto comunitario (proprietari di case, ma anche esercenti, artigiani, associazioni, privati cittadini, ecc.). Una comunità che apre le porte delle proprie case e si attiva insieme per raccontarsi.

Obiettivo del nostro progetto è quello di creare un sistema di ospitalità diffusa che faccia leva sul turismo per mettere a valore le seconde case e generare un circuito virtuoso di sviluppo territoriale che possa contribuire alla manutenzione del patrimonio immobiliare e coinvolgere il territorio.
Il sistema di ospitalità diffusa diventa l’occasione per valorizzare le numerose iniziative dell’associazionismo locale, creare cultura del territorio e generare opportunità occupazionali.

Il progetto nato nel 2018 è stato finanziato al 90% dalla Provincia autonoma di Trento come progetto pilota ed è promosso dal comune di Cavareno. Fra i numerosi partner conta l’APT della Val di Non, la Comunità di Valle della Val di Non, la Proloco, la Charta della Regola, Cassa Rurale Novella – Alta Val di Non. Mentre la Fondazione Franco Demarchi si è occupata durante il progetto della valutazione dello stesso… ma la rete sta crescendo coinvolgendo artigiani locali, realtà commerciali, i proprietari delle seconde case e molti altri.

Scopri le case che fanno parte del progetto.

L’azienda che si sta occupando dello sviluppo del progetto è Community Building Solutions C.B.S. Srl Società Benefit. 

Il partner territoriale

Partner territoriale del progetto sul territorio di Cavareno e della più ampia Val di Non nella gestione operativa è la Cooperativa sociale Social N.O.S. formata da 36 aziende provenienti da Trento e dalla val di Non.

Gli obiettivi della coop sono molteplici:  creare coesione e inclusione sociale, senza trascurare aspetti come la competitività del sistema; dare il via ad azioni di economia solidale che sappiano conciliare i valori della solidarietà e dell’imprenditorialità; creare una forte rete di rapporti fra gli attori principali, cioè lavoratori, imprenditori, enti e istituzioni.

Breve video di presentazione del progetto svolto a Cavareno

Le pubblicazioni

L’Associazione Dislivelli e il Dipartimento Dist del Politecnico e Università di Torino in collaborazione con Uncem Nazionale e Fondazione Montagne Italia, in occasione dei dieci anni della sua attività ha organizzato nel 2020 un convegno e lanciato una call for poster sulle montagne contemporanee, per far emergere le tante declinazioni possibili della nuova stagione di sviluppo che le terre alte stanno sperimentando. CBS insieme alla Fondazione Franco Demarchi ha partecipato al convegno e inviato il poster raccontando il progetto di Cavareno. Nel 2021 il materiale emerso durante il convegno verrà pubblicato.
Per maggiori informazioni:qui il link alla news.